L’infuso di fiori di ibisco è detto anche Karkadè o tè rosso.
Si tratta di una bevanda priva di caffeina e ricca di antiossidanti. Di questi ultimi infatti ne contiene ben 10 volte di più rispetto al tè verde e ad un costo inferiore rispetto al noto infuso verde.
L’infuso di fiori di ibisco è ormai noto come bevanda preziosa per la salute, in quanto in grado di svolgere un’azione di sostegno e riparativa a monte dei processi degenerativi.
Ma attenzione alla sua preparazione perché c’è il rischio di vanificarne i benefici. Ti svelo tutto in questo articolo.

Conosciuta come tè rosso, contiene acido ascorbico (vitamina C) e flavonoidi, preziosi antiossidanti, tannini, mucillagini, fitosteroli e pigmenti che gli conferiscono il colore rosso. Tutto ciò la rende una bevanda dalle importanti proprietà benefiche.

Quello che non tutti sanno, però, è che alcuni studi americani hanno dimostrato come un’infusione già nota da tempo abbia un contenuto di antiossidanti 10 volte superiore a quello del tè verde.

1. I BENEFICI

Azione diuretica e antisettica, grazie alla presenza di acidi organici (acido malico, citrico, ascorbico, ossalico, etc.) si rivela utile rimedio naturale in caso di infiammazioni e infezioni a carico delle vie urinarie, come per la cistite.
Facilita la digestione, eliminando scorie metaboliche e combattendo la stipsi.
Elevate proprietà antiossidanti grazie ad alte concentrazioni di vitamina C, polifenoli, flavonoidi, ecc…
Alleato contro l’invecchiamento cellulare e la formazione di radicali liberi, con beneficio soprattutto per la pelle (maggiore luminosità e minori rughe).
Effetto vasoprotettivo, utile in caso sia in caso di fragilità capillare, varici, ed emorroidi; si può preparare un impacco dell’infuso di Karkadè da applicare direttamente sulle zone più sensibili.
Regolatore della pressione sanguigna in caso di ipertensione arteriosa e capace di favorire la circolazione, protegge così l’organismo dal rischio di insorgenza di patologie cardiovascolari.
Protegge le mucose interne, in quanto la presenza di mucillagini, permette di svolgere un’importante azione lenitiva e protettiva proprio a favore delle mucose interne.
Ottimo anche per alleviare gengiviti, mal di gola, raffreddore e tosse.
Questa bevanda non contiene comunque caffeina o altri principi attivi eccitanti.

2. POSSIBILI CONTROINDICAZIONI

La bevanda ha un leggero effetto lassativo ed anti ipertensivo.
Berne più di una tazza al giorno può essere sconsigliato a chi soffre di pressione molto bassa.
Dato l’elevato contenuto di vitamina C può dare un leggero senso di acidità, come tutti gli alimenti che ne contengono.

3. COME PREPARARE L’INFUSO (Top Secret!)

Esistono studi che hanno dimostrato come i polifenoli siano sensibili alle alte temperature e rischino di degradarsi; infatti, anche il tè verde non si immerge mai in acqua bollente, ma con acqua tra 70° e 80°.
Tuttavia, il metodo che sembra preservare completamente i preziosi polifenoli e le altre sostanze presenti è l’infusione a freddo.
Infusione a freddo – Si lasciano i fiori di Ibisco a mollo nell’acqua a temperatura ambiente per minimo 8 ore massimo 12, dando luogo ad un processo di infusione molto delicato, durante il quale tutte le preziose sostanze del Karkadè vengono fatte disciogliere nell’acqua senza alterazione alcuna.
Il metodo si rivela estremamente comodo nei periodi estivi, lasciando le tisane in infusione direttamente in frigo per tutta la notte: la mattina avremo il nostro tè fresco e pronto da bere.
Le proporzioni raccomandate sono di un cucchiaio raso di karkadè e una tazza d’acqua da circa 200 ml. Ciascuna persona calibrerà queste dosi sulle proprie necessità e gusto.

4. DOVE TROVARE I FIORI DI IBISCO?

I fiori di ibisco essiccati sono disponibili a costi abbastanza contenuti. Si va dai rivenditori locali e quelli online che ne offrono di varie tipologie, molte delle quali biologiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.